Ambiente: Conficoni (Pd), su cave Caneva serve chiarezza, intervenga la Regione

Pubblicato il mercoledì 16 Nov 2022

16.11.22 «Sulle attività estrattive nelle territorio di Caneva è necessario fare chiarezza: gli esiti del monitoraggio promosso dall’amministrazione comunale si scontrano con quanto dichiarano le imprese che si occupano degli scavi. Dopo le azioni intraprese dal Comuna è necessario che la Regione, con i suoi uffici, intervenga per dipanare la matassa di una situazione che, al momento, crea preoccupazione per il futuro ripristino ambientale». Lo afferma il consigliere regionale Nicola Conficoni (Pd) che attraverso un’interrogazione porta in Consiglio regionale la situazione delle attività estrattive nel territorio comunale di Caneva.

«Dopo il monitoraggio delle attività estrattive promosso dal Comune di Caneva e la mozione approvata all’unanimità dal Consiglio lo scorso ottobre, sono emerse delle difformità tra i dati rilevati dal professionista incaricato e quelli dichiarati dai soggetti autorizzati relativamente alla quantità del materiale scavato e alle pendenze nelle dorsali delle colline. Considerato che la stessa Giunta comunale ha comunicato di aver trasmesso gli esiti del monitoraggio agli uffici regionali competenti e che a oggi non sono arrivate risposte a seguito degli impegni presi dal Comune attraverso la mozione, va chiarito innanzitutto se la Regione ha preso in carico e analizzato l’incartamento sulle cave e quindi se esiste effettivamente la discrasia tra i dati rilevati dal geologo incaricato dal Comune e quelli dichiarati dalle imprese. Se così dovesse essere ci aspettiamo un intervento diretto da parte della Regione».

Ne parlano

Redazione

Ne parlano

Redazione
Redazione

Articoli correlati…