Trasporto locale: Cosolini (Pd), ottenuto impegno da Fedriga per migliorare servizio

Pubblicato il lunedì 03 Ott 2022

03.10.22 «Seppur di fronte a una situazione mutata rispetto allo scorso anno (in particolare per il venir meno delle restrizioni anti covid), il trasporto pubblico locale ha bisogno di interventi migliorativi per garantire un servizio più sicuro ed efficiente a studenti e pendolari in genere. L’apertura del presidente Fedriga, che ha chiesto il ritiro della mozione con la quale chiedevamo l’istituzione dei tavoli tecnici per il tpl e il suo conseguente impegno, è un primo passo al quale speriamo seguano fatti concreti». Lo afferma il consigliere regionale Roberto Cosolini, primo firmatario della mozione presentata dal Pd per istituire dei tavoli tecnici che coinvolgano gli enti locali e le rappresentanze dei cittadini interessati per valutare i correttivi da apportare al servizio di trasporto pubblico locale. Dopo la discussione in Aula, la mozione è stata ritirata dal proponente a seguito della richiesta e conseguente impegno del presidente della Regione Fvg, Massimiliano Fedriga.

«Nel trasporto pubblico si registrano forti disomogeneità con corse e linee sovraffollate e altre invece con un utilizzo inconsistente. Inoltre ci sono esperienze come quella del servizio a chiamata avviata in modo sperimentale sul Carso triestino, rivolto alle particolari esigenze degli abitanti del posto, che per scarsa pubblicizzazione rischiano di essere revocate a seguito di risultati poco lusinghieri. In questi e altri casi è necessario dunque che si attivino tavoli tecnici, previsti dal contratto del tpl, che permettano di valutare le corse, in modo da ottimizzarle». E sulle previsioni del contratto del Tpl interviene anche la consigliera Mariagrazia Santoro sottolineando come «la Regione ha gli strumenti giuridici per far sì che Tpl scarl, aggiudicataria del servizio, ottemperi a diverse previsioni del contratto che finora non hanno trovato applicazione, a partire dall’utilizzo dei chilometri aggiuntivi che permetterebbero di attivare nuove linee di concerto con i Comuni».

Ne parlano

Redazione

Ne parlano

Redazione
Redazione

Articoli correlati…