Finanze: Cosolini (Pd), mancata chiarezza su società partecipate

Pubblicato il mercoledì 23 Nov 2022

23.11.22 «Il bilancio consolidato doveva essere l’occasione per fare chiarezza e ragionare sull’operatività delle società della Regione e sul reale valore dei servizi a confronto con il mercato e sui costi in aumento del personale. Invece, non solo sono del tutto mancate le risposte, ma l’assessore Bini si è solo limitato a rivendicare gli utili di bilancio delle partecipate come se questi non dipendessero in larga misura da stanziamenti di soldi pubblici, ovvero dalla quota di fatturato garantita dalla Regione». Lo afferma il consigliere regionale Roberto Cosolini (Pd) relatore di minoranza del Bilancio consolidato della Regione FVG per l’esercizio finanziario 2021.

«Oltre alla narrazione di conti positivi, non c’è stata chiarezza su quanto rendano realmente ognuna delle società in house che, va chiarito, non guadagnano utile attraverso il mercato aperto». Secondo Cosolini, «per le partecipate il risultato va misurato semmai in base alla qualità dell’attività svolta e quindi ai risultati delle azioni attuate e di politiche regionali. La “non risposta” sostanziale dell’assessore delegato ha confermato un approccio superficiale e da qui la decisione di un giudizio politico, e quindi di un voto, negativo».

Ne parlano

Redazione

Ne parlano

Redazione
Redazione

Articoli correlati…